Psicologia ed il massaggio

GLI EFFETTI PSICOLOGICI DEL MASSAGGIO

Un massaggio delicato ha senz’altro sul paziente un effetto calmante, anche quando non è presente alcuna patologia. Nel massaggio terapeutico, l’attenzione del terapista sul paziente e l’effetto calmante creano un clima di intimità e di fiducia. In queste condizioni è facile che il paziente confidi al terapista i suoi problemi, le sue preoccupazioni o i particolari dei suoi sintomi che non riferisce al medico ritenendole forse troppo banali. Il terapista, deve allontanare la possibilità che il paziente diventi dipendente dal rapporto terapeutico e deve incoraggiare il paziente a riferire i sintomi al medico.

Il massaggio può avere anche effetti psicologici negativi: il tempo e l’attenzione dedicati al massaggio possono indurre il paziente ad esagerare la propria disabilità.

Molti degli effetti fìsiologici descritti in precedenza hanno anche in aggiunta una notevole componente d’ordine psicologico attraverso la diretta percezione del massaggio eseguito dal terapista. Anche per tal motivo il dolore migliora con il massaggio.

 

Rilassamento fisico

Il massaggio ha indubbiamente un effetto rilassante sulla muscolatura. Alcune manovre inducono peraltro fisicamente il rilassamento, ma l’effetto principale è dovuto più che altro ad un’azione a livello psicologico: per rilassarsi il paziente deve avere l’intenzione di “lasciarsi andare” e questa viene favorita da alcune appropriate tecniche di massaggio.

 

Riduzione dell’ansietà e della tensione

La capacità sopra esposta del massaggio di indurre un rilassamento fisico, porta anche ad una riduzione dello stato di ansia e tensione nervosa. Per questo il massaggio ricreativo è così praticato in funzione anti-stress.

Stimolazione dell’attività fisica

Alcune determinate tecniche di massaggio hanno un effetto decisamente stimolante e inducono una forte sensazione di rinvigorimento. Queste tecniche stimolanti sono utilizzate soprattutto in ambito sportivo per incentivare l’attività fisica e rendere ottimali la prestazioni sportive. Anche il risvolto psicologico in queste tecniche è notevole.

 

Riduzione del dolore

La riduzione del dolore è stata già enunciata fra gli effetti fisiologici del massaggio, ma in aggiunta a tali effetti fisici non è trascurabile l’effetto psicologico: attraverso il rilassamento mentale si attenua la percezione del dolore. Pertanto il massaggio può essere utile anche nel trattamento di pazienti terminali.

 

Senso di benessere generale

Il trattamento massoterapico è giudicato in genere molto piacevole: l’effetto rilassante, anti- ansia e tensione, e antidolorifico inducono un notevole senso di benessere nel paziente. Per questo motivo è così diffuso il massaggio ricreativo.

 

L’imposizione delle mani come terapia

E’ molto diffusa la credenza, che proviene dalla notte dei tempi, che l’imposizione delle mani possa indurre un effetto terapeutico: le mani del “guaritore” sarebbero poste sulla zona malata, alla quale verrebbe trasmesso un “fluido terapeutico”. La fiducia del paziente, l’atto suggestivo e il fatto che il sistema nervoso abbia un controllo inconscio sulle funzioni organiche, può portare a miglioramenti e a volte a guarigione di diversi quadri clinici.

Simili effetti terapeutici possono essere anche indotti dalla massoterapia, quando si creino le condizioni giuste, e questo può essere ascritto agli effetti psicologici, o psicosomatici, del massaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *