Torcicollo e cervicali doloranti, cosa fare?

Competizione, Sport, Salute, Medicina...

Torcicollo e cervicali doloranti, cosa fare?

Algia cervicale

Il massaggio morbido e il trattamento manuale dei tessuti sono evidenza terapeutica per il benessere del corpo e collo. Una delle problematiche più comuni del nostro corpo è senza dubbio rappresentata dai dolori nella regione cervico-dorsale. I muscoli del collo possono essere sforzati da una cattiva postura, che per lo più è dovuta ad atteggiamenti sbagliati quando si lavora al computer o sforzi eccessivi in posizioni statiche e difficili durante le ore di lavoro. Anche stare nel divano seduti in modo disordinato, su un fianco o stesi con un cuscino troppo alto o basso in base alla propria curvatura del collo, può comportare fenomeni di rigidità e torcicollo. Altre cause più specifiche possono essere l’osteoartrosi che produce dolore diretto o indiretto, ma è abbastanza diffusa nelle persone più in la con gli anni. In casi minori il dolore al collo può essere un sintomo di un problema più serio, come una protrusione, una rettifica della lordosi o peggio un’ernia che comprime una radice nervosa. In questi casi la sintomatologia può essere più estesa e il dolore al collo può essere accompagnato da intorpidimento o perdita di forza nelle braccia o alle mani. I dolori possono diventare lancinanti e disturbare il sonno. In questi casi è necessario rivolgersi al Medico per accertamenti specifici per individuare la corretta causa dei sintomi. Teniamo in considerazione che il collo è molto flessibile e supporta il peso della testa che mediamente pesa dai 4 ai 7 kg, quindi può essere vulnerabile a lesioni di vario genere ed essere soggetto in modo frequente a condizioni che causano dolore e limitano il movimento. Le cause del dolore al collo includono: • Associazioni muscolari: affaticamento eccessivo del collo con lavori continuativi e ripetuti, come troppe ore incurvate sul computer o sullo smartphone che sempre più spesso è causa di tensioni muscolari. Anche attività apparentemente normali possono causare dolori, come leggere a letto o stringere i denti durante la notte, come il “bruxismo”, possono sforzare i muscoli del collo. • Articolazioni consumate: anche le ossa cervicali, come tutte le altre articolazioni del tuo corpo, si usurano e posso essere soggette ad artrosi e con il passare degli anni tendono a logorarsi e tale condizione è spesso causa di infiammazioni e dolori. Una causa particolarmente critica può essere prodotta dall’osteoartrite che nel tempo deteriora in modo irreversibile i cuscinetti cartilaginei e dischi intervertebrali producendo rigidità e sofferenze di vario genere. Anche la formazione di speroni ossei influenza il movimento articolare e causano fitte parecchi fastidi. • Compressione nervosa: le ernie dei dischi o gli speroni ossei nelle vertebre del collo possono premere sui nervi che si dipartono dal midollo spinale e causare parestesie e notevoli dolori. • Lesioni: gli incidenti stradali possono causare danni gravi o la rettifica della curvatura cervicale che a tempo debito diventa una severa complicanza funzionale. Spesso le lesioni, come il colpo di frusta, che occorrono quando la testa viene violentemente urtata o tirata all’indietro e successivamente in avanti da forze cinetiche impetuose, sforzando i tessuti molli del collo e le strutture ossee, causano lesioni permanenti difficili da diagnosticare e da guarire. Queste lesioni generano degli scompensi osteo meccanico funzionali molto complessi e che il più delle volte non sono riferibili alla sola regione cervicale. • Malattie. Alcune malattie, come l’artrite reumatoide, la meningite o il cancro, possono causare dolore al collo e altre problematiche collegate come l’emicrania o torcicolli frequenti. Se i sintomi sono lievi, può trattarsi di un banale affaticamento o di un semplice torcicollo funzionale. Segni e sintomi includono: • Dolore che è spesso aggravato tenendo la testa in un posto per lunghi periodi, come quando si guida o si lavora al computer. • Rigidità e spasmi muscolari con intorpidimenti ai muscoli trapezi e spalle. • Diminuzione della capacità di muovere la testa e di ruotarla. • Mal di testa. Generalmente quando si hanno dei dolori al collo che sono dipesi da tensioni o contratture muscolari, è stato dimostrato da uno studio condotto dalla centro medico degli affari di veterani di Los Angeles che uno strumento terapeutico efficace è il massaggio morbido e distensivo, con compressione dei tessuti molli profondi a bassa tensione muscolare, migliora e stimola il rilascio auto-mio fasciale. Gli autori hanno cercato PubMed, Embase e Cochrane per revisioni sistematiche che riportano gli esiti del dolore per la terapia di massaggio valutando la qualità di ciascuna revisione utilizzando i criteri della qualità metodologica e hanno usato un grafico per rappresentare il numero dei vari casi affetti da dolore. Anche se è indiscutibile il beneficio del massaggio nei casi di dolore muscolare, l’effetto globale, è scarsamente studiato e non è sufficientemente per rappresentare nello specifico gli effetti della terapia con massaggio. Un altro interessante studio realizzato dal Centro di ricerca su schiena, collo, altro dolore articolare e prestazioni umane (BNOJPH), Università di Khon Kaen Khon Kaen, Tailandia è stato svolto per determinare gli effetti a breve termine della manipolazione del torace, usati da soli o in combinazione con la tecnica di massaggio, anche per esaminare gli effetti sul dolore e l’estensibilità neurale nei pazienti con dolore cervicale meccanico cronico pone attenzione sull’effetto della tecnica di massaggio più la manipolazione del torace sul dolore e la tensione neurale nel dolore cervico-meccanico : uno studio controllato randomizzato. I risultati hanno portato a una considerevole ed espressiva riduzione del dolore al collo a riposo è stato osservato nella manipolazione del torace più il gruppo di massaggio con Rungthip, rispetto a quello ottenuto usando la sola manipolazione toracica. La conclusione evidenzia quanto l’uso della manipolazione del torace e del massaggio specifico è raccomandato per ridurre il dolore al collo a riposo e aumentare l’estensibilità del tessuto neurale privo di dolore. Anche se la maggior parte dei dolori al collo migliora gradualmente col passare del tempo, è sempre bene farlo trattare terapeuticamente da un Fisioterapista con il massaggio locale distensivo o con le diverse tecniche del caso, mentre qualora il sintomo si prolunghi nel tempo, è necessario consultare il medico per le dovute indagini più specifiche. Uno dei motivi per il quale è d’obbligo mettere in contatto il Medico o chiedere assistenza immediata è quando il dolore al collo è lancinante o grave, soprattutto se deriva da un infortunio, come un incidente automobilistico, atletico sportivo, subacqueo o caduta. È sempre consigliato rivolgersi al medico se il dolore al collo: • È grave o da senso di nausea • Le terapie Fisioterapiche non hanno sortito alcun effetto. • Persiste per diversi giorni senza sollievo. • Coinvolge anche le braccia o le gambe • È accompagnato da mal di testa, intorpidimento, debolezza o formicolio. Prevenzione: La maggior parte del dolore al collo è associata a una cattiva postura combinata con l’usura legata all’età. Per aiutare a prevenire il dolore al collo, tieni la testa centrata sulla colonna vertebrale. Alcuni semplici cambiamenti nella tua routine quotidiana possono aiutare. Ad esempio: • Usare una postura corretta: stare in piedi o seduti non fa differenza, se il baricentro della testa è spostato troppo in avanti, le tensioni muscolari si accumuleranno posteriormente o viceversa lateralmente. Quando al lavoro o anche in riposo si assumono stazioni poco dinamiche e si tende crollare sotto la forza gravitazionale, è necessario avere le spalle allineate sui fianchi e le orecchie direttamente sopra le spalle. Non deve essere necessariamente un’azione forzata, ma più che altro un’abitudine di normale portamento. • Fare pause frequenti: Se viaggi per lunghe distanze o lavori per tante ore al computer, alzati, spostati e allunga collo e spalle. Questo permetterà ai muscoli di essere irrorati dal circolo sanguigno con maggiore facilità e soprattutto il movimento aiuta ad alleggerire le tensioni. • Postazione di lavoro: l’allineamento tra sedia, scrivania e monitor del computer deve essere ben calcolato e soprattutto deve permetterti di non tenere contorta la testa o le spalle incurvate, i gomiti troppo flessi o sospesi, polsi e vista adeguatamente ordinati. Le ginocchia dovrebbero essere leggermente più basse delle anche, ma se si soffre di lombalgia, si dovrebbe valutare un gradino da mettere sotto i piedi. Usa i braccioli della tua sedia. • Evita di tenere il telefono: tra l’orecchio e la spalla quando parli. Utilizzare invece un auricolare o vivavoce. • Sigarette e ossigeno: Il fumo può metterti a maggior rischio di sviluppare dolore al collo. La mancanza di ossigenazione ai tessuti e l’accumulo di tossine aumentano i livelli di pro-infiammazione globale del corpo, predisponendo il fumatore ad avere maggiori dolori ed essere più soggetto a tutte le patologie dell’apparato muscolo-osteo-articolare. • Evita di trasportare borse pesanti con cinghie sulla spalla: Il peso può affaticare il collo, soprattutto se è sbilanciato da un solo lato. • Dormire in una buona posizione: usare un cuscino adatto alla propria curvatura del collo è sempre una buona azione da adottare. La tua testa e il collo dovrebbero essere allineati con il tuo corpo durante il sonno e non dovrebbero crearsi importanti avvallamenti o tensione. Anche l’uso di un piccolo cuscino aggiuntivo sotto il collo può essere d’aiuto nei casi più acuti. Nel caso di associazione a lombalgia o tensione delle catene muscolari posteriori, è benefico dormire sulla schiena con le cosce sollevate da cuscini. Riassumendo: possiamo affermare che un buon massaggio, eseguito da un Fisioterapista o un terapista professionista è adatto a curare torcicolli e algie cervicali. Se eseguito, frequentemente, aiuta a mantenere l’intero corpo libero dal dolore, riduce tensioni e mantiene una buona elasticità e nutrimento dei tessuti. Migliora anche la postura e la flessibilità, aumenta la libertà di movimento, abbassa la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca, favorisce il rilassamento e allevia lo stress. Insomma, un buon massaggio di tanto in tanto è un toccasana per la salute di tutto il corpo.

Lascia un commento